Ricordo del Padre Alberto Pierangioli PDF Stampa E-mail
Scritto da Giovanni Di Giannatale   
Martedì 16 Febbraio 2016 19:05

Padre AlbertoE' venuto a mancare il 22 dicembre 2015 nell' infermeria provinciale del convento di San Gabriele dell' Addolorata il P. Alberto Pierangioli, passionista noto e stimato in Abruzzo e nelle Marche.

Era nato a Montepagano (TE) il 26 agosto 1929 e appena undicenne entrò nella Congregazione dei Passionisti, compiendo gli studi medi e ginnasiali nella Scuola Apostolica di San Marcello (AN), prima di essere avviato nel 1946 al noviziato di Morrovalle, dove emise la professione temporanea dei voti il 15 settembre 1947 nelle mani del P. Fausto Vergari, maestro dei novizi. Terminato il liceo filosofico triennale nel convento della Madonna della Stella (PG), dove ebbe come direttore il P. Mario Morresi, nel 1950 passò nel convento di San Gabriele dell' Addolorata, per compiervi il corso quadriennale di teologia, insieme con altri sei confratelli, tra i quali il P. Giorgio Giamberardini  e il P. Saverio Annibali. Questo gruppo di studenti si unì ad un altro gruppo di quattro studenti, arrivato a San Gabriele nel 1948 dalla Madonna della Stella, tra i quali ricordiamo il P. Fabiano Giorgini, il P. Roberto Facchinei, il P. Lino Tendina e, dal 1952, il P. Franco D' Anastasio, che proveniva da Roma. Gli anni a cavallo tra il 1946 e il 1969 del secolo scorso costituirono il periodo aureo del corso  teologico, i cui studenti brillavano per intelligenza, per impegno nello studio, per preparazione e per spirito critico, come notò il P. Gerardo Sciarretta, insigne teologo, che vi insegnò per due anni. Il P. Alberto insieme con il P. Fabiano era una figura di spicco nella comunità degli studenti. In una memoria, a me inviata, rievoca gli anni della formazione intellettuale e spirituale ricevuta a San Gabriele da "lettori" di vaglia, come il P. Natale Cavatassi, docente di Sacra Scrittura, e come il P. Pacifico Frappetta, docente di teologia dogmatica e direttore degli studenti. Soprattutto rievoca le iniziative, veramente innovative, che con l'appoggio di altri confratelli riuscì ad introdurre nello studentato, ottenendo il consenso sia del direttore che del rettore di allora, il P. Ferdinando Zicchetti, come l' apostolato e la catechesi nelle parrocchie limitrofe al santuario da parte degli studenti ogni sabato della settimana, le "tavole rotonde" alla presenza del direttore e dei lettori ogni giovedi sulla principali tematiche di attualità religiosa e formativa, utilizzando gli articoli della rivista "La Sapienza" dei Domenicani d' Italia, che dedicava una rubrica agli studentati conventuali, le partite di calcio in un pianoro non lungi dal convento, nei pressi di Isola, in alternativa al passeggio, alle quali partecipava anche il rettore. Il P. Alberto benediceva quegli anni così preziosi per la sua formazione, che giudicava solida e organica, adeguata, almeno nella preparazione di base, ai corsi delle Pontificie Università,  come l "Angelicum", dove fu mandato dai superiori per conseguire la licenza in teologia. E riteneva che il percorso spirituale e intellettuale compiuto interamente nelle scuole interne dell' allora Provincia di Maria SS. della Pietà era sicura garanzia per l' attuazione piena e coerente del carisma passionista. Ordinato sacerdote nel 1954, e concluso il corso di "sacra eloquenza"  previsto per i neosacerdoti a Roma, fu utilizzato sia nell' insegnamento che nell' apostolato nell' ambito dei conventi ai quali fu assegnato. Dal 1977 dimorò ininterrottamente nel convento di Morrovalle, del quale fu rettore per ben ventitre anni in tre periodi distinti (1977-1987; 1991-1997; 2003-2007). Solo dopo la caduta avvenuta a Morrovalle nell' estate del 2015 è stato trasferito nel convento di SanGabriele, dove, per complicazioni cardio-circolatorie, ha concluso la sua operosa giornata terrena. Punto di riferimento dei confratelli della Provincia, per comprovate doti di equilibrio e di saggezza, è stato Consultore provinciale per tre mandati (1963-66; 1966-1969; 1972-74), Consultore generale dal 1974 al 1976 e maestro nel noviziato interprovinciale di Morrovalle dal 1977 al 1985. Testimonianza Degli Amici di Gesu' Crocifisso


L' opera del P. Alberto è legata fondamentalmente al Movimento laicale passionista, denominato "Amici di Gesù Crocifisso", da lui fondato e approvato dal P. Floriano De Fabiis, Preposito provinciale, con atto del 6 novembre 1990.  Il Movimento che all' inizio contava pochi fedeli, grazie al tenace e continuo impegno del P. Alberto, ha avvuto uno sviluppo impressionante, fino a contare più di 3000 membri tra effettivi, aggregati e ausiliari. Per dare voce al Movimento lo stesso P. Alberto ha fondato la rivista mensile "Amici di Gesù Crocifisso",di cui è stato anche direttore fino a qualche anno fa', pubblicandovi articoli di teologia pastorale e sacramentale, e ultimanente una serie di riflessioni sulla concezione spirituale di San Paolo della Croce. Il P. Alberto è uno scrittore dallo stile asciutto, lineare, divulgativo, capace di rendere accessibili anche i concetti teologici più complessi. Come predicatore fu valente sia nelle missioni che negli esercizi spirituali, nei quali soprattutto era apprezzato per la finezza delle meditazioni, frutto sia  della  personale esperienza che di un' accurata preparazione tematica.





 
 

Eventi in Parrocchia

<<  Novembre 2017  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
    1  2  3  4  5
  6  7  8  9101112
13141516171819
20212223242526
27282930